• Wed. Oct 5th, 2022

Gli Stati Uniti lottano per soddisfare la domanda di vaccino contro il vaiolo delle scimmie

ByGruppo Successo

Aug 7, 2022

Jynneos è un vaccino a due dosi, l'unico attualmente approvato per prevenire l'infezione da vaiolo delle scimmie.  Foto: AFP/file
Jynneos è un vaccino a due dosi, l’unico attualmente approvato per prevenire l’infezione da vaiolo delle scimmie. Foto: AFP/file

WASHINGTON: Gli Stati Uniti, che prevedono un aumento dei casi di vaiolo delle scimmie nelle prossime settimane, non hanno attualmente abbastanza vaccini per soddisfare la domanda, ha affermato venerdì un alto funzionario sanitario.

La preoccupazione è cresciuta soprattutto a New York, l’epicentro dello scoppio del virus negli Stati Uniti, con quasi 390 casi contati al 14 luglio. Gli Stati Uniti hanno registrato un totale di 1.470 casi.

La malattia è caratterizzata da lesioni sulla pelle, che possono comparire sui genitali o sulla bocca, ed è spesso accompagnata da febbre, mal di gola e dolore ai linfonodi. Di solito si risolve da solo, ma può essere estremamente doloroso.

“Voglio riconoscere che in questo momento la domanda di vaccini dalle giurisdizioni è superiore alla nostra attuale offerta disponibile”, ha affermato Rochelle Walensky, direttrice dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC). “E sappiamo che questo è frustrante.”

“Non abbiamo ancora tutto il vaccino che vorremmo in questo momento”, ha detto ai giornalisti durante una conferenza stampa, avvertendo che le autorità “anticipano un aumento dei casi nelle prossime settimane”.

Le autorità sanitarie pubbliche di New York sono state costrette a scusarsi all’inizio di questa settimana quando un sito web del governo è stato sopraffatto dal fatto che migliaia di persone hanno cercato di accedere per prenotare appuntamenti per il vaccino contemporaneamente.

“La fornitura di vaccini è estremamente limitata, estremamente limitata, in tutto il paese, e specialmente qui a New York”, ha detto giovedì il capo del dipartimento di salute pubblica della città Ashwin Vasan.

A stretto contatto

A maggio, quando è iniziata l’epidemia negli Stati Uniti, c’erano solo 2.000 dosi del vaccino Jynneos – l’unico specificamente approvato contro il vaiolo delle scimmie – disponibili nel paese.

Da allora sono state distribuite 156.000 dosi a livello nazionale. Più di 130.000 dosi sono state aggiunte alle scorte nazionali strategiche e dovrebbero iniziare a essere diffuse lunedì.

Il prossimo round di distribuzione del vaccino darà la priorità alle regioni più colpite, ha affermato Walensky.

“Prevedo che ci sarà molta più fornitura per New York City”, ha aggiunto.

A seguito della carenza, una spedizione di 786.000 dosi è rimasta bloccata in Danimarca in attesa di ispezione da parte della Food and Drug Administration (FDA). La revisione è ora completa, secondo Peter Marks, funzionario della FDA, e “abbiamo detto al produttore (Bavarian Nordic) che potrebbero spedire il vaccino”, ha affermato.

Inoltre, il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti ha annunciato venerdì di aver ordinato altre 2,5 milioni di dosi del vaccino Jynneos, che dovrebbero arrivare nel 2023. Tale ordine segue un altro fatto all’inizio di questo mese, che dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno.

Le persone aspettano in fila per entrare alla Chelsea Sexual Health Clinic, che stava somministrando vaccini contro il vaiolo delle scimmie, l’8 luglio 2022 a New York City

Il vaccino a due iniezioni è attualmente raccomandato a chiunque sia stato in stretto contatto con qualcuno infetto dal vaiolo delle scimmie. Per ora, il virus sta circolando principalmente nella comunità LGBTQ, in particolare tra uomini gay e bisessuali.

Monkeypox si diffonde attraverso uno stretto contatto fisico, toccando oggetti che sono stati precedentemente maneggiati da una persona infetta o tramite una stretta interazione faccia a faccia.

Source link