Perché la rivoluzione del telefono pieghevole ha molta strada da fare